LA NOSTRA MISSION

Più ci saranno gocce di acqua pulita, più il mondo risplenderà di bellezza.

— Madre Teresa di Calcutta —

L’uomo fa parte di un sistema complesso, fatto di risorse e di equilibri che devono essere garantiti e salvaguardati affinché possa sopravvivere. Proteggere quest’equilibrio è responsabilità di ognuno di noi.
Quando si parla di acqua, una parola risulta ricorrente e dominante: scarsità.
Nel tempo abbiamo assistito ad un continuo incremento del consumo, generato sia dalla crescente urbanizzazione, sia dalla progressiva industrializzazione generando un incremento nella produzione di acque reflue. Lo scarico di questi reflui nei corpi idrici disturba l’equilibrio del naturale ciclo dell’acqua, inficiando le naturali potenzialità auto-depurative dell’acqua e portando all’esclusione di importanti fonti di approvvigionamento.

Anche i consumatori rivolgono sempre più attenzione ai prodotti green, spesso trascurando i brand non sostenibili.
La sostenibilità ambientale per un’azienda è diventato un importante vantaggio competitivo, non una moda, è specchio di una rinnovata mentalità e sensibilità che presto potrebbe diventare un obbligo di legge.

La normativa vigente

In Italia la principale fonte normativa in materia di depurazione delle acque reflue è il decreto legislativo 152/06 “Norme in materia ambientale”, che stabilisce i parametri da rispettare per lo scarico dei reflui industriali in superficie o in fognatura.
La difficoltà all’adattamento a tali condizioni ha portato vari paesi alla formulazione di deroghe per consentire alle imprese di adeguarsi in un tempo ragionevole.