Giornata mondiale dell’acqua:  perché è nata e gli obiettivi 2024

Giornata mondiale dell’acqua: perché è nata e gli obiettivi 2024

19 Marzo 24

Marzo è un mese ricco di ricorrenze dedicate alla Terra e alle sue risorse.
È un momento di riflessione universale per accendere i riflettori sulla situazione attuale e sulle azioni possibili per arginare l’ormai evidente avanzamento del cambiamento climatico.
Il 22 Marzo si celebra la giornata mondiale dell’acqua, ricorrenza a cui Iride Acque tiene molto perché è l’occasione per parlare dell’importanza delle risorse idriche e del loro riutilizzo.
In questo articolo parleremo del World Water Day, dei suoi obiettivi, degli eventi di quest’anno e dell’iniziativa 2024 organizzata da Iride Acque per sensibilizzare le persone sul tema e diffondere una nuova cultura dell’acqua.

Giornata mondiale dell’acqua: cos’è e perché è nata 

La giornata mondiale dell’acqua, o world water day, è stata istituita nel 1992 dalle nazioni unite durante la Conferenza di Rio, il 1° summit sulla Terra nel quale sono stati riuniti 172 governi, 108 capi stato e 2.400 rappresentanti delle organizzazioni non governative. La giornata mondiale dell’acqua fu inserita nell’Agenda 21, un documento che contiene una pianificazione completa delle azioni da compiere per uno sviluppo sostenibile.
La ricorrenza si concentra ogni anno su un tema specifico e invita a focalizzarsi su diverse problematiche legate all’acqua.
Lo scopo è promuovere la gestione sostenibile delle risorse idriche, contrastando lo spreco, l’inquinamento e garantendo l’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari per tutti.
La Giornata Mondiale dell’Acqua rappresenta un momento di riflessione e di azione per governi di tutto il mondo, organizzazioni e cittadini, per unire le forze e trovare soluzioni concrete alle sfide legate all’acqua. 

Giornata mondiale dell’acqua: tema 2024
Il tema 2024 della Giornata Mondiale dell’Acqua è “Acqua e cambiamenti climatici”, che va a sottolineare quanto sia stretto il legame tra le due questioni. La siccità è ad esempio una conseguenza del cambiamento climatico e l’uso responsabile dell’acqua e la tutela di questa fondamentale risorsa sono due azioni imprescindibili per preservare le generazioni future.

Sul sito ufficiale del World Water Day delle Nazioni Unite campeggia inoltre un messaggio ancora più forte: “Water for peace”, acqua per la pace.
Un invito forte e chiaro a rendere la gestione del ciclo dell’acqua equa a livello mondiale. “Più di 3 miliardi di persone nel mondo dipendono dall’acqua che attraversa i confini nazionali. Solo 24 Paesi hanno accordi di cooperazione per tutta l’acqua condivisa.”, così recita una parte del messaggio. 

Acqua risorsa da tutelare: i dati

Gli appelli che arrivano dalle Nazioni Unite e dalle organizzazioni che operano per l’ambiente e nei contesti in cui è già evidente la scarsità d’acqua si fondano su numeri allarmanti.
Secondo uno studio realizzato da ricercatori tedeschi e olandesi e pubblicato sulla rivista “Nature Communication”, entro il 2050 3 miliardi di persone in più rischiano di non poter accedere ad acqua potabile pulita.  Se da un lato i cambiamenti climatici riducono la disponibilità d’acqua, dall’altro l’urbanizzazione e le attività agricole fanno aumentare la domanda d’acqua e proliferare l’inquinamento.
Un’altra ricerca pubblicata su Nature ha analizzato lo stato delle falde acquifere mondiali, che scompaiono al ritmo di 17 chilometri l’anno. In Italia la situazione è complessa e diversificata. Nello studio, concentratosi su alcune aree di Milano, si parla di risalita della falda, che genera allagamenti e dispersione.
Ci sono tuttavia delle soluzioni che vanno a migliorare la gestione delle falde acquifere frutto di un’attenta analisi della situazione e di un impegno collettivo per preservare l’acqua e promuoverne il riutilizzo dove possibile.
A tal proposito si è già espressa la comunità europea, con l’emanazione del Regolamento UE sul riutilizzo delle acque. Si attendono a breve i dettagli dei decreti attuativi per comprendere come definire i requisiti minimi e la gestione dei rischi. Al momento le iniziative in tal senso si limitano a interventi locali, come il progetto di riutilizzo delle acque reflue avviato in Sicilia a contrasto della siccità, che è proprio in linea con il regolamento europeo.

Una missione, quella del riutilizzo delle acque industriali, che Iride Acque sostiene e persegue con i propri progetti aziendali, per i quali ha già ottenuto tre brevetti, che uniscono sostenibilità idrica all’economia circolare. Il catalizzatore degli impianti per il trattamento delle acque è infatti realizzato recuperando materiale da pile esauste. 

 

Eventi organizzati per la giornata mondiale dell’acqua
Tra gli obiettivi della Giornata Mondiale dell’Acqua c’è anche l’impegno nell’informazione e nella sensibilizzazione verso la tutela delle risorse idriche. Per questo ogni anno vengono organizzati eventi a tema da parte di aziende, enti e istituti scolastici.
Per il 2024 segnaliamo la Water Week patrocinata da Utilitalia e organizzata UniAcque, che si svolgerà dal 21 al 24 Marzo a Bergamo presso il Monastero di Astino. Giunta alla terza edizione, propone una serie di interventi dedicati alla gestione delle acque e visite guidate nel territorio all’Educational Center di Cologno al Serio e alla Sorgente Nossana.
Ci sono anche eventi online come quello promosso da Hera e rivolto alle scuole dell’infanzia, dedicato ai colori e alle sonorità del mare ed eventi sia in presenza sia in streaming come la giornata dedicata al tema della siccità e della gestione delle acque organizzata dall’Accademia Nazionale dei Lincei presso palazzo Corsini a Roma.

 

Iride Acque per la Giornata Mondiale dell’Acqua 2024
Nella giornata del 22 marzo 2024 anche Iride Acque sarà protagonista di un evento speciale dedicato al trattamento e al riutilizzo delle acque, organizzato in collaborazione con il Comitato Maria Letizia Verga e la Scuola in Ospedale.
L’incontro si svolgerà presso il Centro “Maria Letizia Verga” per lo studio e la cura della leucemia del bambino, all’interno della Fondazione IRCCS San Gerardo dei Tintori di Monza.
Si svilupperà in due parti: nella prima affronteremo il tema dell’acqua attraverso un dialogo con i bambini e i ragazzi della scuola, con l’obiettivo di cogliere il loro pensiero sul tema e sull’ambiente e di informarli sull’importanza della sostenibilità.
La seconda parte sarà invece un vero e proprio laboratorio, durante il quale mostreremo nella pratica come funziona il trattamento dell’acqua, ispirandoci ai nostri impianti con tecnologia EMER, al fine di diffondere buone pratiche sul riutilizzo della risorsa idrica.

L’acqua pulita è la mission di Iride Acque
Confrontarsi con le scuole su questi temi è essenziale per far conoscere l’impegno di aziende come Iride Acque nella diffusione di una nuova cultura dell’acqua. Ci dà inoltre l’opportunità di accogliere pareri e nuove idee da parte delle generazioni di domani, lasciando la porta aperta sul futuro. Ed è questo uno degli obiettivi principali della Giornata Mondiale dell’Acque: garantire un pianeta sostenibile alle generazioni future.
Se desideri avere informazioni sulle nostre attività e sulla nostra azienda, puoi contattarci via mail a info@irideacque.com o seguire Iride Acque sul Linkedin per tutti gli aggiornamenti.

SEDE LEGALE
Strada della Repubblica, 41 | 43121 Parma (PR)
+39 0521 1683328

SEDE OPERATIVA
Via Turati, 24 | 20831 Seregno (MB)
+39 0362 865413 | info@irideacque.com

DUBAI (EAU)
48 Burj Gate, 10th Floor, room #1001, Downtown
+971 4 321 62 60

ABU  DHABI
7th Floor – CI Tower – khalidiya Area